_LM13954-25_edited_edited.jpg

COS'È LO SHIATSU

Lo Shiatsu è una disciplina nata in Giappone e canonizzata all’inizio del secolo scorso. 

Trae le sue origini da principi energetici di Medicina Tradizionale Cinese e dalle occidentali conoscenze anatomo-fisiologiche e della psicologia. 

Consiste principalmente in “pressione perpendicolare mantenuta e costante su un punto, un canale energetico, una zona corporea”. Da qui “shi-atsu”: “pressione”-”dito”.

 

Proprio per il tipo di tecnica e di finalità che questa pratica esprime, lo Shiatsu si può definire più propriamente “trattamento” e non massaggio. Viene infatti eseguita una diagnosi energetica o di priorità, a seconda dello stile utilizzato, ed il tipo di intervento è relativo alla condizione peculiare e personale del singolo ricevente. 

Per questioni burocratiche in Italia, in moltissimi altri paesi non è così, non può essere considerato “terapeutico”. In relazione a ciò vogliamo sottolineare che in casi di malesseri cronici o specifici di varia natura, è nostra cura sincerarci che il percorso medico canonico richiesto sia stato osservato con attenzione prima di mettere in pratica i nostri metodi.

 

È per la serietà e l’attenzione deontologica della professionalità a cui siamo educati e abituati che lo Shiatsu viene di buon grado accolto come validissimo sostegno a percorsi terapeutici e disfunzioni di diversa natura, oltre che, giustamente, come un’ottima pratica di benessere. 

Lo Shiatsu si è rivelato molto utile, sovente risolutivo, come metodo di prevenzione e sostegno e riconosciuta efficacia per mal di testa, mal di schiena, contratture, disfunzioni funzionali come insonnia, dolori e irregolarità mestruali, ansia, stanchezza e sensazione di “annebbiamento” in generale. 

Essendo una pratica di riequilibrio energetico i campi in cui spazia e le sue applicazioni sono molteplici.

1/5

1/5

1/5